…E vissero mediocri e contenti?

 

Ciao! Ci siamo trasferiti su http://www.aegisfsi.it/blog/a/16/E-vissero-mediocri-e-contenti.html .
Vieni a trovarci!

Advertisements

2 thoughts on “…E vissero mediocri e contenti?

  1. In Italia in certi lavori, viene raccontata la favola della crescita e della carriera a cuo peró credono solo i fomplessato sociali ed arrivisti del non si sa bene dove.
    Dico cosi perche gli stipendi non sono proporzionati.
    L’esempio Padoin non sussiste.
    Uno che fa il professionista nel mondo IT, ad esempio, andate a vedere cosa guadagna dopo 10-15 anni di servizio.
    E ti ritrovi con project manager di 50 anni frustrati che devono motivare Tu che sei appena arrivato…fate un po voi

    Like

  2. Ciao Massimo, grazie per il tuo contributo.
    In verità spesso accade che i soldi non facciano la motivazione, anzi ci sono fattori che hanno molta più influenza su di essa, ma si tratta di un tema assai complesso. L’obiettivo dell’articolo era piuttosto quello di focalizzarsi sul senso di responsabilità individuale e sulla scelta di fare un lavoro commisurato alle proprie capacità nonostante il richiamo della carriera e gli incitamenti a perseguire il successo a ogni costo. Pensiamo che l’esempio di Padoin, che ha rifiutato un lavoro di prestigio preferendovi un impiego più modesto ma che in quel momento percepiva come più consono e in linea con le sue capacità, possa essere una buona occasione per riflettere sulla decrescita felice e sulla connotazione relativa dell’idea di “successo”. Voi cosa ne pensate?

    Like

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s